AMICI, AMANTI E...

Los Angeles. Si erano conosciuti da piccoli nel campeggio Adam (Ashton Kutcher)  e Emma (Natalie Portman) e lui, da vero cavaliere, le aveva chiesto delicatamente "Ti posso masturbare?".

Offerta respinta, per la cronaca.

I due si ritrovano di sfuggita e si ripresentano uno, due e tre volte, prima dello scoccare della scintilla, undici anni dopo il primo incontro e diventare compagni di letto: una 'trombamicizia', il termine "tecnico".

Perché Emma non ne vuole proprio sapere di innamorarsi e Adam da parte sua ha una fidanzata molto disinibita da dimenticare, che ha sedotto il suo celebre padre (Kevin Kline)
e lo frequenta sessualmente, con il proposito (labile) di sposarlo.


Decisi a rinunciare a qualsivoglia coinvolgimento sentimentale, Emma e Adam cercano di realizzarsi nelle rispettive carriere e di ‘amarsi' nelle pause, nella ricreazione, negli intervalli delle loro vite a tempo pieno.
Dottoressa tirocinante lei, assistente televisivo con una sceneggiatura nel cassetto lui, gli amanti provano a dimostrare sopra e sotto le lenzuola che un uomo e una donna possono essere amici.

Il minuetto degli amplessi va avanti fino a quando il cuore non prenderà il sopravvento, facendo strike delle regole e delle resistenze.

AMICI, AMANTI E... è una commediola sentimentale diretta da Ivan Reitman che ripropone, almeno negli estenuanti tira e molla dei due indecisi protagonisti, sul versante solare della costa il vecchio dilemma di Harry e Sally: uomini e donne possono realmente essere amici?

Emma e Adam si attraggono e si sfuggono lungo il corso della loro amicizia disseminata in anni di incontri episodici e casuali e poi rafforzata da una frequentazione quotidiana piena di sesso disinvolto e di regole da onorare: niente coccole, niente sguardi languidi, niente appuntamenti, niente luci di candela, niente recapiti da contattare in caso di emergenza. Sesso intenso e un nuovo disordine amoroso sembrano governare e regolare la nuova commedia sentimentale.
La nouvelle vague della commedia romantica americana vuole ragazze refrattarie al legame serio, belloni dal cuore tenero... e lo scontato happy end.

In sintesi però, malgrado il clima di spensierata superficialità, non si ride mai, tutto appare molto telefonato e il film poteva durare anche 20 minuti di meno. 20 sbadigli risparmiati.



1 commento:

ZOOM CINEMA ha detto...

Film assolutamente inutile.