UA-30503982-1

CASINO ROYALE

Montenegro. Dopo essersi guadagnato sul campo la nomina a 007 e la relativa licenza di uccidere, il manesco agente James Bond (Daniel Craig) si fa presto perdonare le fragoroso e sanguinose mattane in Madagascar e alle Bahamas.

Dove aveva trovato anche il tempo di approfondire la conoscenza della prorompente Solange (Caterina Murino) mentre mandava all'aria i piani del cinico banchiere Le Chiffre (Mads Mikkelsen), sventando un attentato ai danni di una compagnia aerea.

Le Chiffre si ritrova così in debito e in imbarazzo con un misterioso signore della guerra africano e per saldare il conto organizza un'esclusiva partita a poker al Casino Royale nel Montenegro.
Il capo dello spionaggio di sua Maestà britannica M (Judi Dench)  affida proprio a 007 un incarico simpatico come la sabbia nelle mutande: annientare il cinico banchiere, occulto finanziatore del terrorismo internazionale.

L'occasione è un torneo di poker, dieci giocatori con quindici milioni di dollari a testa, dove per l'unico vincitore è in palio l'intero montepremi.
Finanziato dal governo e controllato dall'affascinante contabile del Tesoro inglese Vesper Lynd (Eva Green) e dall'ambiguo maneggione Mathias (Giancarlo Giannini), riuscirà il nostro eroe nella stangata al cattivone?

CASINO ROYALE  è un fumetto avventuroso, fragoroso ed inverosimile come gli altri venti 007, con, per la prima volta, lo spigoloso inglese Daniel Craig impegnato nel solito ed eccitante giro del mondo in posti da favola, lago di Como e Venezia in primis.

Diretto da Martin Campbell, capello corto, sguardo di fuoco, pettorali super, il Bond numero sei non ha certo il fascino elegante di Connery, nè l'ironia di Roger Moore, anzi sembra più dell'altra sponda (spionistica) ma comunque funziona.


Ed esce dall'acqua più delle bond girl, club nel quale entra a pieno titolo la nostra Caterina Murino, bellezza mediterranea che offusca anche Eva Green.

2 commenti:

A Gegio film ha detto...

Forse hai proprio ragione sulla Murino, ma mi sono comunque esaltato per questo film, che ha fatto rinascere la spia nel migliore dei modi.

SOLO FILM ha detto...

Sulla Murino non mi ripeto. D'accordo con te: buona questa modernizzazione del mito dell'agente 007.