UA-30503982-1

ALIVE - I SOPRAVVISSUTI

Cordigliera delle Ande, 13 ottobre 1973. Precipita tra le montagne innevate per un avaria un aereo in volo da Montevideo a Santiago con a bordo una squadra di rugby.

I pochi (fortunati???) superstiti battono i denti dal freddo e dalla fifa aspettando gli improbabili soccorsi: "ragazzi, qui non viene nessuno a prenderci, dobbiamo arrangiarci", è l'amara quanto sconvolgente constatazione.


Qualche ferito muore,qualcun altro prega anche perchè la fame diventa blu. Dopo diversi giorni d’attesa i giovani e più pratici Nando Parrado (Ethan Hawke), Antonio Balbi (Vincent Spano) e Roberto Canessa (Josh Hamilton) decidono per tutti: o ci mangiamo i cadaveri o non sopravviverà nessuno.


E con la pancia piena i due più coraggiosi si mettono in marcia per cercare aiuto.

Dei 27 superstiti, 16 riescono a sopravvivere fino al 23 dicembre quando arrivano i soccorsi

Tratto da una storia drammaticamente vera ALIVE – I SOPRAVVISSUTI è una pellicola apprezzabile per lo scrupolo cronistico, la rinuncia al sensazionalismo, la coralità del racconto, l’efficacia spettacolare dello schianto, ma tempi e personaggi sono poco approfonditi, qua e là si scivola tra melodramma e retorica e si nomina troppo spesso il nome di Dio invano.

Tra i cannibali dilettanti si segnala la fascinosa meteora del cinema Usa, Vincent Spano.

1 commento:

A Gegio film ha detto...

Io sono pure andato al cinema per vederlo, ma mi sa tanto che era solo il tema, la cronaca ad attirarmi. Tu fai un pò piazza pulita della mia memoria, grazie.