UA-30503982-1

IRON SKY - SARANNO NAZI VOSTRI

Primavera del 1945. Mentre in Europa Berlino brucia, tra i ghiacci eterni dell'Antartide i nazisti sopravvissuti si imbarcano su potentissimi razzi spaziali per dare il via alla colonizzazione della Luna.

Sul lato oscuro (the dark side of the moon) i crucchi seleniti costruiscono una gigantesca base spaziale per tornare, ottant'anni dopo, a regolare i conti in sospeso con un Meteorblitzkrieg.

Progettano e costruiscono Zeppelin interplanetari e astronavi a forma di svastica ma l' "ora X" scatta prima del previsto, nel 2018, quando una spedizione statunitense inviata sul satellite dalla Presidente degli Stati Uniti in cerca di rielezione si imbatte nei nazisti e l'astronauta James Washington(Christopher Kirby) viene catturato.

Tolto lo scafandro, grande è la sorpresa degli ariani: è un nero!!!

Manca però un elemento che garantisca l'energia necessaria, ma il guidatore del LEM ha con sé un cellulare. La sua cattura fornisce al rampante ufficiale Klaus Adler (Gotz Otto) l'occasione giusta. Andrà sulla Terra a cercare la tecnologia necessaria per l'attacco e poi diventerà lui il Fuhrer con potere assoluto.

Il cattivissimo Fuhrer lunare (Udo Kier) in carica però rompe gli indugi: l'ordine è di invadere la Terra.



IRON SKY - SARANNO NAZI VOSTRI diretto dallo sconosciuto regista finlandese Timo Vuorensola è una specie di MARS ATTACK! in salsa nazi, dove le immagini spettacolari dei Zeppellin interstellari alla conquista della Terra sono amplificati dalla colonna sonora, e i riferimenti alla seconda guerra mondiale si mischiano con la politica contemporanea, con una cinica simil Sarah Palin alla Presidenza degli Stati Uniti contenta della guerra: "Se un Presidente dichiara la guerra durante il primo mandato, la sua rielezione è sicura!".



Realizzato grazie a una coraggiosa formula produttiva che ha visto i fan del progetto partecipare ai finanziamenti, il film non ha nessuno dei difetti dei prodotti a basso costo anche sul piano degli effetti speciali e dimostra senza dubbio come non sia necessario un budget milionario di Hollywood se si hanno buone idee.


L'energia che i nazisti cercano per conquistare la Terra il film la trova nell'ironia dissacrante che non risparmia niente e nessuno. Perché se qui i nazisti sono 'cattivi' come da cliché e si dotano di un'arma letale che viene chiamata wagnerianamente "Götterdämmerung" gli americani, come suddetto, non scherzano.

Non mancano argute citazioni cinefile (impagabile la sequenza del mappamondo da "Il grande dittatore" di Chaplin spacciata per i rampolli nazi come un cortometraggio glorificante Hitler).



Nessun commento: