UA-30503982-1

LA SIGNORA IN ROSSO

San Francisco. Il quieto tran-tran coniugale di Teddy Pierce (Gene Wilder), pubblicitario con moglie e figli,  è sconvolto dall'apparizione di una bellissima giovane sconosciuta, fino a perdere la testa per la misteriosa dama in rosso (Kelly LeBrock).

Colpa di un malizioso colpo di vento.

Subito dopo la rivede nell'ufficio contiguo e le telefona.

Lui non se ne accorge, ma gli risponde la racchia Miss Milner (Gilda Radner).

Equivoci in serie.

LA SIGNORA IN ROSSO, (THE WOMAN IN RED) è una divertente e gradevole commedia di efficace intrattenimento grazie alla presenza del bravo Gene Wilder (che pure dirige) e della bellissima ed esplosiva Kelly LeBrock, che con la gonna sollevata regge il confronto con Marylin, destinata a fare tendenza con quell'abito rosso, sventolato a destra e sinistra...




La futura signora Segal pareva destinata ad una carriera sfolgorante; invece è rimasta beffardamente inchiodata al personaggio e di fatto - con l'apparizione delle prime rughe - si è riservata un posto da “meteora”.

Si respira aria di anni '80 (grazie anche alla riuscita soundtrack di Stevie Wonder, che prese l'Oscar per "I Just Called To Say I Love You") che io intendo in senso più che positivo.

Consigliato per distrarsi dal grigiore degli impegni quotidiani.


2 commenti:

A Gegio film ha detto...

Abominevole sogno erotico dell'adolescenza, eppure ora, dopo averlo registrato, l'ho pure cancellato per un voto negativo di chi seguo di solito. E quella canzone, ho imparato ad odiarla...

SOLO FILM ha detto...

Troppo crudele, Gegio...