UNA MOGLIE BELLISSIMA

Anghiari (Arezzo). Vive felice nella provincia toscana accanto alla solare moglie Miranda (Laura Torrisi) il placido Mariano (Leonardo Pieraccioni), che con lei gestisce un banco di frutta e verdura al mercato, sognando di acquistare un giorno una bottega dove trasferire la loro attività.

Mentre si fanno le prove per una messinscena amatoriale di Grease, cui partecipano anche il mercante di stoviglie Baccano (Massimo Ceccherini) e lo scombinatissimo Pomodoro (Rocco Papaleo), capita nei paraggi il fascinoso fotografo di Beautiful Life Andrea (Gabriel Garko).

La bellezza morbida e sensuale dell'ortolana "esposta" anche come primizia al mercato non sfugge al fotografo di moda, che le offre un assegno di cinquantamila euro e successo in cambio di dodici scatti senza veli.

Al secco no del marito, l'offerta si alza e la ragazza cede e per realizzare il loro progetto, la coppia accetta la proposta e la bella ortolana posa per realizzare il servizio fotografico nella bella cornice delle Seychelles.
Fama e fiumi di champagne finiranno per confonderla e per spingerla tra le braccia del seducente e sedicente fotografo.

Sarà per sempre?

Mariano perde la moglie ma non la speranza.

UNA MOGLIE BELLISSIMA è una spigliata commedia sentimentale dalla trama annacquata scritta (con il fido Giovanni Veronesi), diretta e interpretata da Leonardo Pieraccioni, che non riesce a ritrovare l'ispirazione dei tempi d'oro.
La storia è banalotta ed è ambientata nella provincia toscana ancora una volta travolta dall'arrivo di un agente esterno che ne sconvolgerà gli equilibri. Sostituite le cinque ballerine di flamenco col fotografo farabutto di Gabriel Garko, saranno proprio il suo fascino e la sua proposta indecente a far capitolare la procace moglie dell'ortolano.

Accumulando pretese irritanti (la critica alla società dello spettacolo, alla politica e ai costumi italiani) accanto a scelte marchiane (ridere sull'obesità e dell'obesità di un bambino), il cinema di Pieraccioni non sembra in grado di rivitalizzare le forme della commedia all'italiana.

Un unico momento di umorismo è dato dalle stranezze fiscali dell'Italia spiegate ai foresti. Anche se quelle fanno piangere i cittadini comuni, più che farli ridere.

Inoltre c'è Tony Sperandeo nella parte del parroco caduto in depressione, che non esce di casa da due mesi e ha perduto la fede; c'è Francesco Guccini col sigaro che dirige le prove del musical Grease interpretato da dilettanti della cittadina di Anghiari e ha un unico commento, «Non ho parole».

Soprattutto c'è il fatto che l'adulterio, anche quello di lei, non manda in pezzi una coppia coniugale innamorata: come succede nella vita.

Per ultimo il titolo, che non mente: Laura Torrisi è veramente bellissima.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...